Skip to main content Skip to search

#innovazione

Avviso pubblico per Corsi di formazione dei Tutori volontari per minori stranieri non accompagnati

E’ stato pubblicato sul sito del Consiglio Regionale del Lazio nella sezione “BANDI E AVVISI”, sottosezione “AVVISI” – al link https://www.consiglio.regione.lazio.it/consiglio-regionale/?vw=dettaglioavviso&id=838 – il testo dell’avviso pubblico per la partecipazione ai corsi di formazione per tutori volontari di minori stranieri non accompagnati (MSNA) presenti nel territorio della Regione Lazio. L’attività didattica e di formazione, per complessive 30 ore per ciascun corso, sarà rivolta a un massimo di n. 50 candidati e si colloca all’interno della convenzione stipulata fra Istituto di Studi giuridici A. C. Jemolo e il Garante per l’Infanzia della Regione Lazio.

La figura del tutore è entrata di diritto a far parte del processo di integrazione, in quanto rappresenta per il minore non accompagnato il riferimento di un percorso di integrazione sociale compiuto sul territorio nazionale.  

In allegato, il testo della Convenzione, la Determinazione regionale contenente il Bando di partecipazione e i due allegati alla determinazione dirigenziale.

Si fa presente che, per la presentazione della candidatura alla partecipazione al corso di formazione per tutori volontari, ciascun cittadino interessato deve utilizzare esclusivamente il Modello 1 e la stessa domanda può essere presentata entro e non oltre il termine di 15 (quindici) giorni successivi a quello della pubblicazione del presente Avviso pubblico e, quindi, entro e non oltre l’8 giugno 2022.

Continua a leggere

Firmato il protocollo di intesa tra Istituto Jemolo e Università della Tuscia

E’ stato firmato ieri, 4 maggio, presso la sede dell’Università di Viterbo di Santa Maria in Gradi, il protocollo d’intesa tra l’Istituto regionale di studi giuridici del Lazio “A. C. Jemolo” e l’Università degli Studi della Tuscia.

Prima della firma molto interesse hanno suscitato gli interventi dei vertici delle due istituzioni: il commissario dell’Istituto Jemolo, Avv. Gianluigi Pellegrino, ha evidenziato, tra le altre cose, la necessità di ampliare la cultura della mediazione, anche in vista delle futura attivazione della Camera regionale di conciliazione che aiuterà a limitare i contenziosi tra cittadini ed enti pubblici; la Dott.ssa Arcangela Galluzzo, direttrice dell’Istituto, ha indicato il percorso che porterà a numerose iniziative su legalità e sicurezza; il Prof. Stefano Ubertini, rettore dell’Ateneo, ha sottolineato che l’iniziativa favorirà l’apertura dell’Università alle professioni e migliorerà i già ottimi rapporti con le istituzioni locali.

Presenti anche il Prof. Alessandro Sterpa, docente della facoltà di Scienze Politiche ed ex commissario dell’Istituto, e la Prof.ssa Gina Gioia, docente della facoltà di Giurisprudenza, che hanno evidenziato i vantaggi che il protocollo porterà agli studenti dell’Università.

La collaborazione tra Jemolo e Università della Tuscia prevede l’apertura di una sede dell’Istituto a Viterbo, al fine di sviluppare l’attività dell’organismo di mediazione anche in provincia, e l’organizzazione congiunta di attività didattiche, seminari, convegni ed altre manifestazioni di carattere scientifico-culturale con le realtà studentesche del luogo, universitarie e non. Nel prossimo futuro, sono previste la realizzazione di attività formative sui temi della sicurezza, della legalità e dei diritti (presso il laboratorio di Criminalistica, Criminologia e Scienze dell’Investigazione dell’Università) e l’istituzione di una Summer school sulla legalità (con possibilità, per frequentanti, di conseguire crediti formativi universitari).
Il progetto prevede, infine, con il patrocinio del nostro Istituto, la realizzazione del corso di alta formazione “Antiriciclaggio: dalla compliance alle criptovalute” e del master in “Sicurezza locale e competenza dei livelli di governo”. E questa, naturalmente, sarà anche l’occasione per gli studenti dell’Università degli Studi della Tuscia di svolgere tirocini curricolari presso la sede di Roma dell’Istituto.

Di seguito le immagini dell’incontro.

Continua a leggere

Protocollo di intesa tra Istituto Jemolo e Università della Tuscia

Il prossimo 4 maggio, presso la sede dell’Università di Viterbo di Santa Maria in Gradi, verrà firmato un protocollo d’intesa tra l’Istituto regionale di studi giuridici del Lazio “A. C. Jemolo” e l’Università degli Studi della Tuscia. Con questo atto, i vertici delle due Istituzioni pongono le basi per la realizzazione di iniziative di mediazione civile, tirocini curricolari, summer school sui temi della legalità e della sicurezza, convegni, attività didattica e formativa in materia giuridica ed economica a favore di soggetti pubblici e privati.

In particolare, il protocollo prevede:

– l’apertura di una sede provinciale dello Jemolo, che ospiterà anche la sede di Viterbo dell’organismo di mediazione, permettendo agli studenti dei corsi di laurea in giurisprudenza di svolgere tirocini formativi curricolari e di sperimentare le diverse forme di ADR;

– l’organizzazione congiunta di attività didattiche, seminari, convegni ed altre manifestazioni di carattere scientifico-culturale;

– l’organizzazione congiunta di attività formative presso il laboratorio di Criminalistica, Criminologia e Scienze dell’Investigazione dell’Università, con particolare riguardo ai temi della sicurezza, della legalità e dei diritti;

– l’organizzazione della summer school sulla legalità, i cui frequentanti potranno conseguire crediti formativi universitari;

– il patrocinio dell’Istituto al corso di alta formazione su Antiriciclaggio: dalla compliance alle criptovalute, al master in Sicurezza locale e competenza dei livelli di governo e ad altre attività che di volta in volta saranno individuate dalle parti;

– la possibilità per gli studenti dell’Università degli Studi della Tuscia di svolgere tirocini curricolari presso la sede di Roma dell’Istituto.

In allegato il comunicato stampa

 
Continua a leggere

La Biblioteca comunale di Nazzano, L’Istituto Jemolo e l’archivio Flamigni insieme per la cultura

Nella splendida cornice di Nazzano – antico borgo medievale, a pochi chilometri da Roma, ricco di storia e tradizioni, immerso nella Valle del Tevere – si sono incontrati la Direttrice dell’Istituto Jemolo, Arcangela Galluzzo, il Responsabile della Biblioteca e archivio storico del Comune di Nazzano, Patrizio Gianferro, e la Direttrice dell’Archivio Flamigni, Ilaria Moroni. Era inoltre presente l’ufficio della Comunicazione dell’Istituto Jemolo.

L’incontro ha gettato le basi per la creazione di una prossima collaborazione tra la Biblioteca comunale di Nazzano, l’Istituto Jemolo e l’Archivio Flamigni. Nello specifico, la biblioteca di Nazzano, insieme con il costituendo sistema bibliotecario della bassa Valle del Tevere (le biblioteche comunali di Filacciano e Torrita Tiberina), gestirà parte del fondo librario attualmente di proprietà dello Jemolo (libri e documentazione di Giorgio Lotti, circa 20.000 volumi).

Tale iniziativa, oltre ad ampliare l’offerta formativa per tutta la comunità della valle del Tevere, darà la possibilità di creare progetti scientifici, incontri didattici, convegni ed occasioni di confronto fra i diversi comuni presenti nella valle, in collaborazione con l’Istituto Jemolo, la Regione Lazio e l’archivio Flamigni

Continua a leggere

I saluti del commissario e della direttrice dell’Istituto agli iscritti al XXX corso Jemolo

Gianluigi Pellegrino e Arcangela Galluzzo sono intervenuti in apertura della XXX edizione del corso Jemolo.

Il commissario ha ricordato come la storia dell’Istituto sia legata indissolubilmente al corso di preparazione per aspiranti magistrati ed avvocati. Corso che, da quest’anno, recupera tutte le sue caratteristiche “storiche”: gratuità, annualità, selezione all’ingresso, previsione di una borsa di studio e formazione congiunta per il giurista-magistrato ed il giurista-avvocato.

La direttrice dell’Istituto ha voluto salutare i frequentanti rimarcandone l’entusiasmo e la passione mostrati già in occasione delle prove di ammissione.

Ai saluti, ed agli auguri di buon lavoro, si sono quindi associati Roberto De Vita, Vincenzo Antonelli e Fabrizio Piraino, docenti di riferimento del corso.

Di seguito la registrazione integrale degli interventi, disponibile anche sul nostro canale YouTube.

Continua a leggere

Al via il XXX Corso Jemolo per aspiranti magistrati ed avvocati

Mercoledì prossimo, 9 febbraio, avrà inizio la XXX edizione del corso di preparazione alle carriere giudiziaria e forense organizzato dal nostro Istituto.

Anche quest’anno, le lezioni verranno erogate a distanza, almeno fino a quando rimarranno in vigore le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria in atto. Al momento, sono previsti tre impegni settimanali: mercoledì e venerdì, dalle 14 alle 19, e il sabato, dalle 9.30 alle 14.30. Sono programmate, in tutto, 430 ore di docenza.

Tra i vari docenti che si avvicenderanno in questi mesi, citiamo l’Avv. Roberto De Vita, che curerà gli aspetti legati al diritto penale, il Prof. Vincenzo Antonelli, ricercatore in diritto amministrativo presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, e il Prof. Fabrizio Piraino, docente di diritto privato presso l’Università degli studi di Palermo.

Nel corso della prima lezione, interverranno il commissario Gianluigi Pellegrino e la direttrice Arcangela Galluzzo per portare i saluti dello Jemolo ai trenta partecipanti individuati a conclusione delle prove selettive del 21 gennaio scorso.

Continua a leggere

Consegnati gli attestati ai primi 90 partecipanti al corso “Preposto alla Gestione di Aziende Sequestrate e Confiscate”

Questa mattina, nella sala Tirreno della Regione Lazio, sono stati consegnati gli attestati di frequenza ai primi 90 partecipanti al corso per ‘Preposto alla Gestione di Aziende Sequestrate e Confiscate’ promosso dall’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio e dall’Istituto Regionale di Studi Giuridici Arturo Carlo Jemolo.

Hanno partecipato all’evento il commissario dell’Istituto Jemolo Gianluigi Pellegrino, Il Presidente della VII Commissione-Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare, Rodolfo Lena, la direttrice dell’Istituto Jemolo, Arcangela Galluzzo e il coordinatore scientifico del corso, Luca D’Amore.

Ricordiamo come il corso, gestito in gruppi di 35 persone, ha formato Preposti qualificati alla gestione di aziende sequestrate e confiscate, idonei a supportare l’Autorità Giudiziaria nella complessa attività di amministrazione. Il corso ha come obiettivo quello di offrire un percorso formativo unico, che colma la lacuna di professionalità (‘Preposto’) rispetto al procedimento disegnato dal Codice Antimafia per la gestione di aziende sequestrate e confiscate.

Il Preposto è infatti un professionista nominato dal Giudice Delegato, su proposta dell’amministratore giudiziario, chiamato ad operare concretamente nella complessa gestione del bene aziendale sequestrato o confiscato, a supporto dell’Autorità Giudiziaria e al fianco dell’amministratore giudiziario, che si interfaccia quotidianamente con tutti gli altri portatori di interesse aziendale.

Il corso si è svolto in lezioni per una durata complessiva di 70 ore formative e teorico-pratiche, tenute da magistrati, amministratori giudiziari, commercialisti, avvocati e rappresentanti dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati.

Continua a leggere

XXX Jemolo, questa mattina le prove per la selezione

Questa mattina presso l’Istituto Jemolo si sono svolte le prove per la selezione dei partecipanti del “Corso di preparazione ai concorsi per l’ingresso nella carriera giudiziaria e agli esami di abilitazione per l’iscrizione all’albo professionale degli avvocati” – XXX Jemolo (cod. 04CAT21). 

Le prove di selezione si sono svolte in presenza, con 2 sessioni, nel pieno rispetto delle normative anti-covid. 

La prossima settimana verrà pubblicato l’esito della prova.

Continua a leggere